fbpx

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

CHIUDERE CASA PER LE VACANZE

Quando arriva il momento di andare in ferie è importante organizzare non solo i dettagli del viaggio e i bagagli, ma è fondamentale chiudere casa, in modo da viaggiare sereni e senza affrontare spiacevoli sorprese. Bastano piccole precauzioni e occuparsi delle singole stanze per non dimenticare nulla.

La partenza intelligente incomincia da una casa ben chiusa

Le città spesso d’estate si svuotano e ognuno parte verso l’agognata meta. Questi periodi, tuttavia, sono i più favorevoli per i ladri, i quali possono commettere i furti del tutto indisturbati. Inoltre, mentre si è lontani, non sono infrequenti anche ulteriori disagi nell’appartamento, come allagamenti, fughe di gas e similari, che possono determinare la fine della vacanza e costringere all’immediato ritorno. Al fine di evitare danni, problematiche e situazioni affatto desiderabili, che interessano la propria dimora mentre si trascorrono le ferie fuori, è sempre meglio chiudere casa per le vacanze. Infatti, è necessario adottare tutta una serie di precauzioni e passare in rassegna le varie stanze, così da non dimenticare nulla.

La partenza intelligente incomincia da una casa ben chiusa

In questo modo tutto diventerà più schematico e molto semplice da gestire.

Chiudere la cucina

L’obiettivo è quello di lasciare una casa impeccabile?
Pertanto, è bene astenersi dal fare la spesa durante i giorni che precedono la partenza e cercare di consumare quello che si ha già a disposizione, per evitare che deperisca, o peggio, di fare i conti con la formazione di muffe e odori sgradevoli al rientro.
Il frigo vuoto va ripulito per bene, sbrinato e va staccata la spina.

Chiudere il bagno e la lavanderia

La prima cosa da fare è quella di lasciare i sanitari e la rubinetteria ben igienizzati, in modo che al ritorno non siano pieni di calcare difficile da rimuovere, perché troppo incrostato.
Altro accorgimento è quello di chiudere l’acqua dall’impianto generale. Qualche giorno prima di partire può essere molto utile fare il bucato e svuotare completamente il cesto dei panni sporchi. All’interno del bagno e della lavanderia vanno staccati tutti gli elettrodomestici, quali scaldabagno, rasoi, spazzolini e similari. In questa maniera si eviterà il consumo di energia elettrica e possibili guasti agli apparecchi che vengono lasciati pausa e costantemente sotto carica. Infine, non bisogna dimenticare di staccare la caldaia e di verificare possibili ostruzioni degli scarichi, o che doccia, lavabo e vasca da bagno non siano otturati.

Chiudere la zona living

All’interno del soggiorno è bene assicurarsi che tutti gli elettrodomestici siano staccati dalla presa, senza lasciare nulla in stand-by, nemmeno condizionatori, radio, sveglie, modem, consolle gioco, televisori e quant’altro.
Le piante eventualmente presenti in soggiorno andranno portate all’esterno.

Chiudere la zona esterna: i balconi e il terrazzo

Coloro che hanno le piante dovranno porre in essere tutte quelle precauzioni necessarie per far il modo che non manchi l’acqua e che siano protette dai raggi aggressivi del sole. A questo proposito potrebbe essere utile spostare le piante in vaso nella parte ombreggiata del balcone o del terrazzo, programmare l’impianto d’irrigazione opportunamente e impiegare altri sistemi per garantire riserve continue d’acqua.

Ultimi dettagli e precauzioni

Prima di chiudere definitivamente la porta e d’intraprendere il viaggio, occorre adottare anche le ultime precauzioni a difesa della propria sicurezza e a salvaguardia di ciò che si possiede.

1. Non chiudete completamente le imposte. Si può scegliere di lasciarne qualcuna socchiusa in modo che si possa lasciar intravedere qualche luce interna accesa e non trasmettere l’impressione che la casa sia del tutto disabitata.

2. Preziosi e oggetti di valore vanno opportunamente conservati oppure dati in custodia a persone di fiducia.

3. Una copia delle chiavi potrebbe essere data a qualche parente o ad amici fidati che possano intervenire prontamente in caso di necessità o per fare periodiche visite al fine di innaffiare le piante.

Infine, non certo per ordine d’importanza, chi possiede un amico a quattro zampe e altri animali domestici, dovrebbe portarli in vacanza. Quando questo è materialmente impossibile, si rammenda che esistono molte pensioni per animali e bravissimi dog e cats sister pronti a fare le veci del padrone durante l’assenza.

Abbandonare un animale non solo è un reato perseguibile a norma di legge ma rappresenta anche un gesto orrendo che non ammette alcuna comprensione.

(cit. IlMessagero.it)

0